Il valore delle feste condivise

Il valore delle feste condivise

Ogni famiglia ha le sue tradizioni e i suoi modi di festeggiare il Natale. Ciò che ci lega, però, è la necessità di riunirci con la nostra famiglia e passare del tempo insieme, all’insegna della condivisione e della creazione di emozioni.

 

Stanno per arrivare le tanto attese vacanze di Natale, un momento speciale per bambini e ragazzi! Se da un lato c’è più tempo libero a disposizione da trascorrere in famiglia, dall’altro, si rischia di fare un po’ di fatica per organizzarsi al meglio.

Molti genitori, al netto delle singole giornate festive o prefestive, continuano a lavorare e hanno bisogno di scandire al meglio i tempi tra commissioni per le feste, visite e impegni vari. Senza accorgersene, poi, arriverà il tanto temuto momento dei compiti per le vacanze! E qui, comincerà la battaglia tra genitori e adolescenti: chi vuole stare tutto il giorno chiuso in casa, tra smartphone e videogiochi e chi, al contrario, vorrebbe solo uscire. Perché di tutto vogliono sapere, tranne che di studiare!

Durante i giorni di festa, però, sarebbe auspicabile staccare la spina, rilassarsi e dare il “giusto peso alle cose”, senza essere investiti da moti d’ansia: cerchiamo di godere al massimo del tempo passato con i nostri bambini e ragazzi, divertiamoci e facciamo insieme tutte quelle attività che non si possono – o riescono – a fare durante l’anno, quando si è troppo presi dal lavoro o dalla scuola.

 

Una tradizione che si tramanda da generazione a generazione

Sin dai nostri antenati tribali, le popolazioni, ognuna con le proprie religioni, tradizioni, usi e costumi, si sono sempre raccolte attorno a un fulcro per celebrare dei momenti speciali. Pratiche rituali, festeggiamenti alle sacre divinità o occasioni speciali sono sempre state il pretesto per intensi momenti di coralità. Gli Egizi si riunivano con la famiglia durante i raccolti annuali, elaborate incoronazioni seguite da feste sfarzose si susseguivano nel Medioevo e, ancor più nel Rinascimento, i balli cerimoniali hanno caratterizzato le epoche del Barocco e Rococò, sino ai giorni nostri.

Ciò che rende straordinari questi momenti non è l’aspetto sfarzoso o la mera occasione in sé, quanto la condivisione di un’esperienza significativa, alla quale partecipano le persone più care e amate. Queste occasioni sono vissute generalmente in famiglia perché sono loro le persone con le quali trascorriamo la maggior parte del nostro tempo quotidiano, ecco perché gli attimi speciali sembrano ancora più significativi al confronto!

Partecipare a “rituali” di Natale o di Capodanno ci dà la motivazione per superare le esperienze e le aspettative passate come se, occasione dopo occasione, posassimo delle piccole pietre miliari dei nostri momenti più intensi.

 

L’importanza della condivisione per il benessere individuale e collettivo

Ogni famiglia ha le sue tradizioni e i suoi modi di festeggiare: ad esempio, molti addobbano l’albero di Natale, ma quando e come cambia da famiglia a famiglia. Voi siete soliti aprire i regali di Natale alla vigilia o la mattina del 25 dicembre? Qui potremmo davvero dar vita a un acceso scambio di opinioni ed esperienze!

Ognuno ha i propri segreti per festeggiare o onorare un’occasione speciale, ma quel che è certo è che si tratta di un modo di tramandare le tradizioni di generazione in generazione.

Le feste diventano il luogo privilegiato per creare o rinsaldare i legami sociali: oggi, infatti, sono cambiati i bisogni e le abitudini delle persone, ma l’importanza della socializzazione e dei momenti collettivi rimangono fondamentali per lo sviluppo e il benessere dell’essere umano.

È l’occasione per i genitori di ritrovarsi con i figli, a prescindere dall’età, costruendo momenti di condivisione e scambio. Qualcosa di diverso dalla quotidianità, dove le regole e riti cambiano e offrono la possibilità di vivere e provare emozioni nuove e intense.

Le feste, inoltre, sembrano avere anche il potere di annullare, seppur per poco tempo, le distanze generazionali avvicinando i vari membri delle famiglie e spingendoli l’uno verso l’altro, attraverso i racconti condivisi e i momenti ludici.

Sembra quindi importante per il benessere collettivo e individuale ritrovarci e abbattere le barriere reali o immaginate che, in alcune occasioni o periodi dell’anno, fanno sentire lontani e sconosciuti anche le persone più vicine.

 

5 attività da fare insieme durante le vacanze di Natale

E torniamo allora a quanto affermato all’inizio, perché le feste ci riportano all’importanza della condivisione, del gioco, della convivialità, delle attività che meglio incarnano la nostra essenza. Le festività sono periodi psicologicamente intensi dove si innescano le emozioni più forti e coinvolgenti e questo avviene proprio per effetto della presenza altrui, che amplifica le nostre sensazioni.

Eccovi allora alcune idee e proposte di attività da fare a casa durante le vacanze natalizie 2021.

 

Una gara di ricette internazionali

Ogni componente della famiglia deve proporre e cucinare da solo una ricetta dal mondo a suo piacere. Quando tutti i piatti sono pronti, vi mettete a tavola, assaggiate e date un voto.

Chi riceve il voto più alto vince una somma minima, oppure la possibilità di inserire la ricetta nel vostro menù settimanale.

 

Una maratona di film

Ognuno sceglie due film da guardare insieme durante le vacanze, spiegando a tutti i componenti della famiglia cosa lo ha spinto a scegliere quei film e perché secondo lui/lei sono particolarmente meritevoli. Quest’attività non è una gara, ognuno ha i suoi gusti e tutte le proposte devono essere accolte con piacere dalla famiglia.

Vedrete come questa attività vi permetterà di conoscervi meglio e di scoprire cosa piace ai vostri figli e perché.

 

Uno sport per ciascuno

Chiedete ai vostri figli che cosa piacerebbe fare loro e, se possibile, fatelo insieme. Una passeggiata, una corsa, una partita di tennis, di basket, andare a sciare, pattinare sul ghiaccio, anche il bowling!

Sarà un ottimo modo di passare del tempo con vostro/a figlio/a, che si potrà misurare fisicamente con voi in qualità di adulto. Dal lato vostro, avrete la possibilità di mostrare le proprie debolezze – nella maggior parte dei casi, gli adolescenti sono più prestanti di noi – nel momento in cui i ruoli saranno equiparati.

 

Videogiochiamo?

Se non lo sapete ancora fare, imparate a giocare con loro! Potrete organizzare tornei in famiglia oppure online con i loro amici.

Sarà un modo per conoscere le loro amicizie virtuali e sarà divertente, perfino educativo! I videogiochi sono apprendimenti esperienziali: scegliete insieme ai vostri figli i giochi più stimolanti.

 

A tutta musica!

Questo può essere un tasto dolente. Anche noi di FARE X BENE, seppur lavoriamo da anni con ragazzi e ragazze non capiamo il senso di certe canzoni! Tra rap, trap e post-teen pop, noi “grandi” fatichiamo a comprenderne i significati… Ed è qui che risiede il problema.

Dovremmo cominciare ad informarci, ascoltare la loro musica per capirli e trovare canali efficaci per avvicinarci al loro mondo.

 

L’augurio di Buon Natale di FARE X BENE

Curiosità e mentalità aperta potranno farci sentire più vicini e sintonizzati verso i gusti e le caratteristiche dei nostri figli, nipoti nonché le giovani generazioni, in generale. I ragazzi, poi, avranno l’occasione di raccontarsi e di coinvolgere maggiormente i genitori e gli adulti di riferimento nelle loro avventure ed esperienze di vita.

Il Natale diventerà così un momento di riflessione, di sospensione, di ritrovo, di un rinnovarsi dei sentimenti e degli affetti sinceri che ritroviamo negli occhi sgranati di un bambino che scarta il dono tanto atteso (che le peripezie dei “Babbi Natale” gli hanno fatto trovare sotto l’albero).

Natale significa rinascita e rigenerazione, coinvolge i bambini e i ragazzi tanto quanto gli adulti. È un tempo unico nel suo genere che appartiene alla famiglia e che ci fa vivere immersi nel desiderio, nel sogno e nell’amore.

Quindi, che dire: Buon Natale e buon tempo insieme!

 

Comitato Scientifico di

FARE X BENE Onlus

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

Calo della natalità: perché è sempre più difficile fare figli?

In Italia fare figli è sempre più complicato e la pandemia non ha fatto altro che accentuare il calo dei…

Gli italiani e la lettura: dati e consigli per leggere di più (e meglio)

Quanto leggono gli italiani e quali letture prediligono In occasione della Giornata Nazionale per la Promozione…