Scegliere i tessuti per la casa tra soluzioni naturali, sostenibili e innovative

Scegliere i tessuti per la casa tra soluzioni naturali, sostenibili e innovative

Anche quando si tratta di arredare casa, è possibile trovare soluzioni sostenibili o naturali che non impattano sull’ambiente.

 

Per vivere in un ambiente sostenibile ed eco-friendly non serve pensare in grande: basta cominciare nel proprio piccolo, ad esempio dalle scelte che riguardano la casa, ovvero il pianeta che frequenti ogni giorno.

Quando si parla di tende e cuscini, infatti, esistono tessuti e tessuti. Nel settore dell’arredamento contemporaneo vengono impiegati sempre più spesso materiali green ed ecologici la cui produzione non implica l’utilizzo di sostanze chimiche inquinanti per l’ambiente e nocive se a contatto con la pelle. I tessuti naturali, come ad esempio il cotone, la canapa o il lino, se utilizzati per arredare un soggiorno o una camera da letto, conferiscono un tocco naturale all’ambiente, ma ci sono anche alternative innovative.

 

Tessuti per l’arredo innovativi: nuove fibre tessili green

La ricerca sta facendo passi avanti anche per quanto riguarda il mondo dei tessuti. Nuovi materiali ecologici vengono creati ogni giorno: capi d’abbigliamento prodotti con tessuti derivati da scarti alimentari (alghe, arance, banane, caffè, ortica), pelli vegane riprodotte in laboratorio, accessori realizzati a partire dai rifiuti plastici raccolti da oceani e spiagge.

Seppur lo sviluppo della moda e dell’arredamento sostenibili sia ancora in una fase embrionale, la domanda del mercato sta iniziando a crescere e la produzione di conseguenza.  Come fare la differenza a casa, quindi? Facendo attenzione al prodotto che si acquista.

Piñatex® è un innovativo tessuto naturale prodotto a partire da una fibra ricavata dalle foglie di ananas: morbido ma al tempo stesso resistente, duttile abbastanza da poter essere impiegato sia per la tappezzeria di casa che per abbigliamento o accessori. Questo tessuto è un prodotto di scarto a tutti gli effetti, poiché derivato da quelle foglie di ananas che i contadini andrebbero a scartare una volta raccolti i frutti. Piñatex® però non solo sostituisce la vera pelle, con l’impatto ambientale che comporta, ma crea nuovi flussi di reddito alle comunità di agricoltori delle Filippine, consentendo loro di sfruttare appieno i propri raccolti.

Scegliendo di arredare la propria casa con tessuti sostenibili come Piñatex®, non si esaudisce solo un desiderio individuale, quindi, bensì un vantaggio collettivo.

 

Naturale è sinonimo di sostenibile? Come scegliere i tessuti in modo consapevole

Non basta che un tessuto sia prodotto con fibre naturali perché possa esser definito automaticamente sostenibile: il semplice fatto che non siano state utilizzate fibre artificiali non garantisce un minor impatto ambientale.

Un tessuto è sostenibile quando deriva da una materia prima che è stata prodotta, lavorata e trasportata seguendo standard precisi, stabiliti in primo luogo per tutelare la natura e il territorio. Per portare un esempio a supporto, il cotone biologico (organic cotton) si distingue dal normale cotone perché la sua coltivazione ha seguito i criteri dell’agricoltura biologica: niente pesticidi, fertilizzanti, diserbanti, il che equivale anche ad un minor utilizzo di acque blu e una riduzione di emissioni di gas serra.

Quando si compra un tessuto, per accertarsi che sia davvero un tessuto sostenibile, bisogna leggere bene l’etichetta e accertarsi anche di due aspetti fondamentali.

  • La presenza di certificazioni che attestino un rispetto degli standard internazionali su tutti i livelli di produzione: OCS (Organic Content Standard) e GOTS (Global Organic Textile Standard) sono le più autorevoli del settore.
  • Le condizioni dei lavoratori: Fairtrade è il marchio internazionale di certificazione del commercio equo e solidale per eccellenza. I prodotti che espongono queste etichette rispettano gli standard sociali, ambientali ed economici di Fairtrade, concordati a livello internazionale.

È fondamentale, dunque, sostenere quei brand che si impegnano a creare tessuti eco-sostenibili. Così come sostenere quelle associazioni che sono fortemente impegnate in questo ambito.

 

Sostenere associazioni no profit impegnate nel campo della moda e dell’arredamento sostenibile

I consumatori stanno diventando sempre più responsabili, informati e consapevoli delle scelte che fanno. Persone, ambiente ed economia sono connessi: il benessere di tutti questi elementi deve sempre guidare le scelte imprenditoriali e dei consumatori. In questo senso, sono molte le associazioni no-profit che si possono sostenere impegnate nella tutela del settore tessile.

 

Sustain Your Style

Sustain Your Style è un’organizzazione no-profit con sede a Berlino che promuove brand di moda sostenibile con l’obiettivo di incoraggiare persone di diversa estrazione culturale a riunirsi attorno al movimento della sustainable fashion per ridimensionare il problema del consumo eccessivo con uno sguardo alle generazioni future.

Nella sezione Shopping è possibile trovare una selezione di brand sostenibili chiamata BRANDS WE LIKE che utilizzano solo fibre approvate e garantiscono, ai propri clienti, capi realizzati in fabbriche che rispettano i diritti dei lavoratori e offrono salari dignitosi. La maggior parte dei BRAND WE LIKE ridistribuisce anche parte dei propri ricavi in beneficenza o li destina a progetti ambientali o programmi di inclusione nella propria politica delle risorse umane.

 

Vesti la Natura

Vesti la Natura è una realtà italiana che nasce come un blog ma, in pochi anni, diventa a tutti gli effetti un’associazione di promozione sociale. Attraverso lo sviluppo di numerosi progetti digitali, Vesti la Natura incentiva consumatori, designer, artigiani e imprenditori all’acquisto di moda sostenibile, etica e cruelty free.

Con lo spin-off ecoFashion vuole dare visibilità a quei designer e artigiani che producono prodotti ecologici, cercando di incentivare gli acquisti offline. Un’app gratuita nella quale è possibile trovare marchi e negozi di prodotti sostenibili.

Sei consapevole di ciò che acquisti? Più la nostra richiesta di tessuti ecologici aumenta, maggiore sarà la produzione. Sii parte del cambiamento!

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

Calo della natalità: perché è sempre più difficile fare figli?

In Italia fare figli è sempre più complicato e la pandemia non ha fatto altro che accentuare il calo dei…

Gli italiani e la lettura: dati e consigli per leggere di più (e meglio)

Quanto leggono gli italiani e quali letture prediligono In occasione della Giornata Nazionale per la Promozione…