La settimana dedicata alla Diversità e all’Inclusione del Gruppo BNP Paribas

La settimana dedicata alla Diversità e all’Inclusione del Gruppo BNP Paribas

In occasione della Diversity & Inclusion Week 2021, una panoramica della situazione sul fronte diversità e inclusione nel mondo del lavoro.

 

Le industrie della televisione, di Internet e dei media si riuniscono ogni anno per promuovere la diversità, l’equità e l’inclusione in quella che viene definita, a tutti gli effetti, la Diversity & Inclusion Week.

Walter Kaitz Foundation, NAMIC e Women in Cable TelecommunicationsSM sono le organizzazioni principali che, anche per l’edizione 2021, guideranno un movimento deliberato per sostenere la missione condivisa attraverso un panel fitto di programmi, iniziative e sessioni educative mirate che durerà dal 4 all’8 ottobre 2021, in formato digitale.

Sono più di mille i dirigenti che ogni anno partecipano alle attività durante tutta la settimana, mostrando l’impegno delle aziende verso tutte le tematiche riguardanti l’inclusione e la diversità. Anche in Italia, le cose stanno cambiando: sempre più imprese, in seguito anche alle richieste delle nuove generazioni, rivedono le loro policy di welfare aziendale, con l’obiettivo di creare un ambiente lavorativo che sia il più inclusivo possibile per tutti i dipendenti.

 

Gli italiani sono sempre più sensibili alle tematiche di diversità e inclusione sul posto di lavoro

Nonostante si tratti di tematiche di interesse popolare già da diverso tempo, la pandemia da Covid-19 ha portato ad una ancora più forte presa di coscienza sulle discriminazioni e le disuguaglianze e alla nascita di nuove riflessioni: ne emerge un nuovo cluster di persone che, se prima erano marginalmente interessate a questo tema, oggi invece dimostrano attenzione, soprattutto perché tocca sempre più da vicino il loro network di conoscenti.

Il 29% dei lavoratori1 dichiara che la propria azienda ha dimostrato concretamente di essere inclusiva nella creazione di una forza lavoro diversificata. Inclusione è anche accessibilità, nell’accezione del termine strettamente correlato al superamento delle barriere che ostacolano lo sviluppo – anche sul posto di lavoro – delle persone. Nonostante i grandi passi avanti compiuti negli ultimi anni in questo ambito, oggi c’è una forte attenzione verso la formazione di ambienti, spazi, gruppi di lavoro inclusivi.

Solo il 31,3% della popolazione compresa tra i 15 e i 64 anni che soffre di disabilità risulta occupato, a fronte del 57,8% di persone che non soffrono di gravi limitazioni2. Il dato presenta forti differenze territoriali, con la regione Lombardia che da sola occupa tante persone quanto l’intera macroarea Sud e Isole3. A livello di genere, prevale una disparità a sfavore delle donne (41,2% di occupate in Italia rispetto al 58,8% degli uomini)4.

Serve un ulteriore progresso nella cosiddetta democrazia aziendale, affinché ambiente e persone si riflettano pienamente l’uno nell’altro.

 

Diversity & Inclusion Management: il quadro delle imprese italiane

Gli italiani rivolgono sempre più attenzione a quei marchi che praticano l’inclusione: un’occasione da parte dei brand per proporre azioni concrete e una comunicazione attenta a questi temi, senza cadere nei luoghi comuni. Tra i brand percepiti come più inclusivi, il 20% fa parte del settore Retail, il 16% Information Technology a pari merito Apparel & Luxury Goods mentre il 12% dei Media3.

Con l’obiettivo di misurare il livello di inclusione dei brand, in un’ottica customer based, è nato, grazie all’organizzazione no-profit Diversity, anche il Diversity Brand Index, punteggio che viene assegnato sulla base di una survey web e dopo un’attenta valutazione del Comitato Scientifico. Il brand decretato come “maggiormente inclusivo” e vincitore dell’edizione 2021 (sulla base della ricerca condotta da gennaio a dicembre 2020) è Google, ma sono 50 i top brand in classifica a cui ispirarsi: tra i global brand, sono 18 le aziende italiane e, tra queste, figura anche BNL Gruppo BNP Paribas.

 

La Diversity & Inclusion Week di BNP Paribas Cardif Italia

BNP Paribas Cardif Italia, in accordo con i principi del Gruppo BNP Paribas, si impegna attivamente nella diffusione della gender equality nel mondo del lavoro, con l’obiettivo di promuovere un ambiente inclusivo e accogliente, un obiettivo largamente raccontato nella Relazione sulla Responsabilità Sociale d’Impresa 2020.

Il rispetto dell’equità remunerativa, una significativa presenza di donne ai livelli manageriali in azienda, pratiche aziendali inclusive e aperte alla tutela della maternità sono i principi che hanno permesso alla società di essere la prima compagnia assicurativa del Paese ad ottenere il riconoscimento del “Bollino Rosa”, la certificazione della parità di genere del Winning Women Institute.

Anche quest’anno BNP Paribas Cardif insieme ad altre Società del Gruppo BNP Paribas è promotrice della Diversity & Inclusion Week, un appuntamento trasversale rivolto ai colleghi del Gruppo che celebra “La bellezza della diversità”. Questo il tema della 6° edizione dell’iniziativa, che per un’intera settimana, dall’11 al 15 di ottobre, promuoverà una serie di Opening Event, Webinar, Esperienze, Talks e un hackathon dedicato ai temi d’innovazione, rivolto alla popolazione femminile del Gruppo BNP Paribas in Italia.

In particolare, con il progetto “Mindset For The Net” in collaborazione con Fare X Bene Onlus, BNP Paribas Cardif arricchisce il palinsesto dell’iniziativa con un ciclo di incontri volti a sensibilizzare adulti e ragazzi sulle tematiche del bullismo e cyberbullismo, incoraggiando i più giovani ad un utilizzo consapevole della rete.

Ecco il programma completo dell’edizione 2021:

  • La bellezza della diversità;
  • Diversa abilità: oltre le barriere;
  • Dalla costituente ad oggi: l’evoluzione della figura femminile e scenari per il futuro;
  • Hackaton – Women for Next Generation;
  • Mindset for the net: bullismo e cyberbullismo;
  • Visibilità Transgender: storie e percorsi.

Un’iniziativa, quella della Diversity & Inclusion Week 2021 che rinnova la responsabilità del Gruppo BNP Paribas nel creare un ambiente di lavoro sempre più aperto e inclusivo, in cui le persone possano esprimersi al meglio ed essere sé stesse.

 

 

Fonti:
1 Randstad Workmonitor, l’indagine semestrale sul mondo del lavoro di Randstad 2021;
2 Conoscere il mondo della disabilità: persone, relazioni e istituzioni, Rapporto Istat 2019;
3 Relazione sullo stato di attuazione della legge recante norme per il diritto al lavoro dei disabili, Camera dei Deputati 2016, 2017, 2018;
3 Diversity Brand Summit 2021 – Diversity Brand Index 2021.

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

Gli italiani e il volontariato: come aiutare chi ha più bisogno

Il volontariato è stato protagonista di una notevole crescita nell’ultimo periodo, soprattutto per via della…

Infanzia e adolescenza, stati di diritto

In occasione della Giornata Internazionale per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, FAREXBENE rinnova…