Esplorazioni spaziali, la storia dell’uomo fra stelle e pianeti

Esplorazioni spaziali, la storia dell’uomo fra stelle e pianeti

Dal 1957 al futuro 2022, la storia dell’uomo nello spazio è lunga più di sessant’anni. Ecco tutti i dettagli di questo affascinante viaggio.

 

Dallo Sputnik a Rosetta, passando per Jurij Gagarin, Neil Armstrong e Samantha Cristoforetti. L’esplorazione dell’uomo nello spazio ha alle spalle una storia lunga circa 60 anni. Tra studi, teorie e sperimentazioni, il viaggio dell’uomo oltre i confini terrestri resta una delle cose più affascinanti al mondo. Quali sono state le tappe fondamentali, quindi, e quali saranno gli obiettivi futuri di questa branca della scienza?

 

La storia dell’uomo sullo spazio: le tappe

Era il 4 ottobre 1957 quando lo Sputnik, il primo satellite artificiale costruito dall’uomo con lo scopo di orbitare intorno alla Terra, ha inaugurato l’era spaziale. Nato in Russia, diede il via ad un vero e proprio viaggio di esplorazione verso lo spazio con protagonisti i satelliti artificiali.

Sull’esempio del modello russo, nel 1959, gli americani replicarono l’esplorazione riproducendo l’Explorer 1 e, nello stesso anno, grazie all’ideazione di una sonda russa, si ebbero le prime foto della faccia nascosta della Luna.

Con la navicella Vostok 1, il 12 aprile del 1961, Jurij Gagarin è stato il primo uomo a raggiungere lo spazio. Con un volo di un’ora e 48 minuti fece un giro intorno alla Terra raggiungendo un’altitudine pari a 326km. Nello stesso anno tentarono l’impresa anche Alan Shepard e John Glenn.

Nel 1965 è stato ancora un sovietico a percorrere la prima passeggiata spaziale: il cosmonauta Aleksej Leonov fu il primo uomo a nuotare letteralmente fra le stelle. L’apice delle operazioni spaziali venne raggiunto con lo sbarco sulla Luna. Neil Armstrong e Buzz Aldrin sono stati i primi, nel 20 luglio del 1969, a camminare su un corpo celeste: ad attenderli sul modulo lunare è stato il collega Michael Collins.

Una sorte ben diversa ha colpito la missione spaziale statunitense decollata l’11 aprile del 1970: l’Apollo 13. Lanciata da Cape Canaveral alle 13:13 fu la più sfortunata tra tutte le spedizioni extra spaziali. A distanza di due giorni dal lancio venne sfiorata la tragedia: uno dei serbatoi di ossigeno scoppiò danneggiando anche il secondo. Il lavoro degli astronauti e la collaborazione di Houston permisero di tornare a terra con un volo libero intorno alla Luna e due accensioni dei motori e del modulo lunare.

Non solo la Luna e lo spazio: a conquistare altri pianeti ci hanno pensato le sonde americane Viking. Arrivate su Marte il 20 agosto del 1975, sono state stanziate lì senza mai essere più rimosse.

 

L’era spaziale moderna: la missione Rosetta

Nominata Rosetta, si tratta della principale missione Cornerstone del programma ESA Horizon 2000 volta ad esplorare i corpi minori del Sistema Solare. Il fine ultimo è quello di studiare l’origine delle comete e le relazioni tra la loro composizione e la materia interstellare per comprendere meglio l’origine dell’intero Sistema Solare.

Il primo lancio è avvenuto nel 2004 e, dopo mesi di ibernazione, si è svegliata automaticamente comandata da un suo orologio interno senza segnali provenienti dalla Terra. Dopo anni di studi e osservazioni, la missione è terminata nel settembre 2016 con il posizionamento della sonda sulla superficie della cometa.

 

Samantha Cristoforetti nel 2022 tornerà a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

Samantha Cristoforetti ha volato per la prima volta sulla Stazione Spaziale Internazionale nel 2014, in occasione dell’Agenzia Spaziale Italiana ‘Futura’. Durante quella missione ha contribuito ad ampliare le ricerche scientifiche anche in ambito di biologia e fisiologia umana.

Ora l’astronauta ha annunciato che tornerà sulla stazione nella primavera del 2022. La donna si sta preparando alla missione con un ampliamento dell’addestramento e lezioni di aggiornamento sulla Stazione Spaziale Internazionale presso il Centro europeo per gli astronauti ESA di Colonia in Germania.

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

La settimana dedicata alla Diversità e all’Inclusione del Gruppo BNP Paribas

In occasione della Diversity & Inclusion Week 2021, una panoramica della situazione sul fronte diversità e…

Mental Health Care for All: l’accesso alle cure psicologiche

Giornata Mondiale della Salute Mentale 2021: qual è la situazione italiana in merito agli accessi pubblici…