Novità sul fronte app di incontri: arriva Facebook Dating

Novità sul fronte app di incontri: arriva Facebook Dating

Un’agenzia matrimoniale senza la consulenza di un professionista. Il match con l’anima gemella lo fa Facebook

 

In una società iperconnessa, il mondo virtuale diventa l’ambiente naturale delle relazioni affettive, il set perfetto di rapporti che dalla rete possono trasferirsi nella vita reale. Come? Ad esempio grazie a Facebook Dating. Vediamo cos’è e come funziona.

 

Cosa è Facebook Dating

Abbiamo pensato al dating fin dall’inizio. Ci sono 200 milioni di single sulla nostra piattaforma!”: così recita la presentazione della nuova funzione del social network di Mark Zuckerberg. Esatto, perché di questo si tratta: nessuna nuova app, ma un’area riservata del proprio profilo Facebook.

L’innovazione, infatti, è la connessione con persone della nostra rete. Non gli amici che non sappiamo se siano o meno “in modalità dating” (così come loro non possono sapere se noi lo siamo), ma chiunque abbia interessi comuni ai nostri: chi visita gli stessi luoghi, partecipa ai nostri stessi eventi o fa parte di un certo gruppo, chi segue determinate pagine o è un nostro follower su altri social network. A differenza delle applicazioni per incontri online come Tinder e Happn, la nuova piattaforma sceglie un approccio diverso: niente swipe tra migliaia di profili, niente perdita di tempo. Facebook Dating va in profondità, favorendo gli incontri tra persone con le stesse passioni. In breve, compie la prima scrematura, proprio come farebbe un consulente specializzato in “affinità elettive”.

 

Come funziona Facebook Dating

Ma come si deve procedere per accedere al nuovo servizio? Primo passo è accedere a Facebook, cliccare sull’icona costituita da tre lineette orizzontali (che contiene anche video, marketplace, ricordi, raccolta fondi…) e scegliere l’opzione Dating. Oppure digitare “Facebook Dating” nella barra di ricerca e selezionare il simbolo del cuore rosa nella metà sinistra e viola in quella destra.  Registrandosi si entra in un’area riservata di Facebook, in cui la privacy è garantita. Dal proprio profilo vengono esportati solo il nome e l’età, che deve essere superiore ai 18 anni. Il profilo differenziato è personalizzabile e non è visibile su Facebook o Messenger. Esiste anche la possibilità di segnalare fino a nove “cotte segrete, contatti con cui si sente una particolare sintonia.

Interessante anche la possibilità di partecipare alle attività di gruppo, e quindi fare nuovi incontri. Chi lo desidera può condividere le proprie storie, anche quelle postate su Instagram. Per quanto riguarda lo scambio privato, invece, si usa la chat tradizionale, se lo si preferisce anche con video. Il tutto senza pubblicità e costi aggiuntivi.

 

Consigli utili per un uso responsabile

È lo stesso Zuckerberg a dare suggerimenti su come usare la piattaforma senza incorrere in esperienze sgradite. Innanzitutto è bene evitare di inserire cognome, informazioni finanziarie, l’indirizzo fisico o l’ e-mail, il numero di telefono e il luogo di lavoro. In breve, bisogna eludere qualsiasi informazione che permetta l’identificazione.

In secondo luogo bisogna fare attenzione ai truffatori: non rispondere, bloccarli e segnalarli. In genere riconoscerli è semplice perché chiedono di proseguire la conversazione in un ambiente diverso da Facebook Dating. Oppure fingono di innamorarsi dopo un paio di battute e pianificano un incontro che subito annullano, pretendendo denaro per emergenze di salute, per l’hotel o per il viaggio da sostenere per raggiungere il luogo del fantomatico appuntamento. Infine, prima di fare il grande salto e incontrarsi bisogna essere sufficientemente sicuri di sapere con chi ci si è intrattenuti fino a quel momento. Chiunque infatti può dare informazioni false, a partire da genere e orientamento sessuale.

La decisione di trasformare l’incontro virtuale in reale oltre che ponderata dovrebbe essere poi condivisa con una persona fidata. Una buona strategia per mettersi al riparo da sgradite sorprese è scegliere luoghi pubblici, evitare il consumo di alcolici, avere il telefono carico e organizzarsi in autonomia nei trasporti.

 

 

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

Pharma delivery? Le app che portano la farmacia a casa tua

La pandemia ha dato la spinta definitiva alla digitalizzazione del mondo farmaceutico: i player attivi nella…

Novità sul fronte app di incontri: arriva Facebook Dating

Un’agenzia matrimoniale senza la consulenza di un professionista Il match con l’anima gemella lo fa…