Vacanze nelle seconde case, cosa scelgono gli italiani

Vacanze nelle seconde case, cosa scelgono gli italiani

Il mattone continua a essere un’ottima forma di investimento, così sempre più italiani scelgono di acquistare una seconda casa.

Gli italiani investono nelle seconde case

Sono molti gli italiani che decidono di trascorrere le proprie vacanze, o anche solo i fine settimana, in case vacanza di proprietà, situate sia sul territorio nazionale che internazionale: solo in Italia le seconde case sono, infatti, 5,5 milioni.

Ma perché si sceglie di acquistare una seconda casa? Prima di tutto perché è un punto di appoggio utile per chi è abitudinario nella scelta della meta delle vacanze o per chi vuole staccare dalla quotidianità per pochi giorni (37%), sicuramente è per molti una vera e propria forma di investimento (24%) anche a lungo termini e per i figli (17%), oltre che una fonte di reddito (22%).

Gli aspetti più importanti che si valutano quando si acquista una seconda casa sono, per gli italiani, la zona (58%) e i comfort della struttura (17%). Quando si decide di investire in una casa vacanze, però, è importante sapere che non ci sono solo benefici: la casa può essere fonte di preoccupazioni, in primis economiche e legate a possibili conseguenze di danni strutturali o di minore entità (37%), seguite da svalutazione (33%) e furti (27%). È per questo che il 55% degli italiani considera le polizze assicurative lo strumento più adatto per proteggere il proprio investimento.

I consigli per la corretta manutenzione della seconda casa

Una volta terminato il periodo di vacanza e arrivato il momento di tornare alla realtà è importante sapere cosa fare per chiudere correttamente la seconda casa. Poche e semplici operazioni permettono di assicurare la sicurezza dell’immobile e di evitare spiacevoli sorprese come costi troppo alti in bolletta.

  1. Chiudere l’acqua: soprattutto nel cado si prolungata assenza dalla casa vacanze o se si avvicina il periodo invernale. In questo modo è possibile prevenire perdite e la formazione di ghiaccio nelle condutture.
  2. Svuotare i rubinetti: una volta chiusa l’acqua, sempre per evitare inconvenienti, è fondamentale procedere aprendo, e quindi svuotando, tutti i rubinetti. Qualora ci fosse l’esigenza di andare ancora più in profondità, è possibile procedere svuotando o diluendo l’acqua nei sifoni di scarico.
  3. Impostare il termostato: questa operazione è particolarmente utile per mantenere stabile la temperatura in casa. Se la zona in cui si trova la casa è particolarmente umida è possibile pensare all’installazione di un umidostato, uno strumento utile a impostare un livello di umidità desiderata che verrà mantenuto costante. Grazie alle ultime tecnologie applicate alla casa, infine, è possibile pensare di dotare la seconda casa di un termostato intelligente, così da poterlo impostare e controllare da remoto, direttamente dallo smartphone.
  4. Controllare le prese della corrente: staccare le prese di tutti gli elettrodomestici previene il rischio di incendio e permette di risparmiare sulle bollette, dal momento che gli apparecchi elettronici consumano anche quando spenti o in stand by.
  5. Svuotare e pulire il frigorifero: per evitare l’arrivo di insetti, e dal momento che tutte le prese della corrente devono essere disinserite, è importante assicurarsi di togliere tutto il cibo da frigorifero e freezer e lavare con attenzione gli elettrodomestici. Quando si lascia la casa, per evitare la formazione di odori, è possibile lasciare il portellone del frigorifero aperto.
  6. Chiudere le finestre e spegnere le luci: l’ultima cosa da fare, quando si lascia la casa, è controllare di aver chiuso tutte le finestre e tutte le persiane, oltre ad assicurarsi di aver spento tutte le luci, sia all’interno che all’esterno.

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

Arriva la community per pazienti con asma e allergie

Asma e allergie sono patologie molto comuni, presenti anche in autunno, per le quali è nato il progetto…

Halloween: le tradizioni in Italia e nel mondo

La notte più spaventosa dell’anno è alle porte: è giunto quindi il momento di scoprire le tradizioni per…