Non ci sono più scuse

Non ci sono più scuse

Quando si parla di esercizio fisico, ogni testa è un tribunale. Le convinzioni trasmesse in famiglia si mischiano alle credenze popolari, l’esperienza personale si confonde con il consiglio dell’“amico di un amico che fa il personal trainer”. Pensate di essere troppo anziani, troppo stanchi, troppo incinta per allenarvi? Ecco quali sono i miti da sfatare sull’attività fisica, individuati dalla fisioterapista del Trinity College di Dublino Julie Broderick.

Alcune false convinzioni sullo sport hanno un tono rassegnato. “L’esercizio fisico deve durare almeno dieci minuti, altrimenti non serve a niente”. Non è così: anche movimenti più brevi e concentrati, come fare le pulizie o portare le borse della spesa, hanno effetti positivi sulla salute. Basta farsi venire un po’ di fiatone. Sulla stessa lunghezza d’onda è anche l’opinione per cui “se corro una volta a settimana, non è sufficiente”. Secondo Julie Broderick, una corsa alla settimana è meglio di zero corse alla settimana; è dimostrato che cinquanta minuti di corsa, anche a passo lento, influiscono positivamente sulla riduzione del rischio di mortalità.

Altre convinzioni invece sono una forma di protezione preventiva. “Sono troppo vecchio per allenarmi” non è una scusa accettabile, a meno che non si superino i 95 anni d’età. Bisogna dosare l’intensità dell’esercizio fisico, certo; ma l’attività aerobica, d’equilibrio e il rafforzamento dei muscoli non dovrebbero mai mancare nell’allenamento degli over 65. Lo stesso vale per le donne durante la gravidanza, che possono dedicarsi ad attività di media intensità (sempre tenendo conto dello stato di salute generale della madre e del nascituro), che riducono i rischi legati all’eccessivo aumento di peso o all’insorgenza del diabete.

In altri casi, ci si illude. “Sono sempre stato in forma, non ho bisogno di fare sport”. Purtroppo, i benefici dati dall’attività fisica non durano per sempre: quando si diminuisce o interrompe l’allenamento, la resistenza e la buona salute dell’apparato circolatorio ne risentono. La costanza è fondamentale per i migliori risultati in termini di salute, associati a uno stile di vita non sedentario. A questo proposito, “Stare in piedi tutto il giorno per lavoro ha gli stessi benefici dell’attività fisica”? Non proprio. Per raggiungere livelli ottimali, bisognerebbe arrivare a 150 minuti di esercizio a settimana, eseguiti a un’intensità tale da attivare la sudorazione.

Bando alla pigrizia, è ora di mettersi in moto.

 

 

 

 

 

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

Viaggiare nel tempo

Grazie all'intelligenza artificiale e alle tecniche di editing, un fotografo ha restaurato dei filmati d'epoca…

Breve storia della rivoluzione Netflix

Netflix è la piattaforma streaming con il più grande numero di iscritti al mondo e ha rivoluzionato il mondo…