#solidarietàdigitale

#solidarietàdigitale

Fin dai primi giorni dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione ha promosso una serie di iniziative legate alla cosiddetta solidarietà digitale. Prima limitata agli abitanti delle zone rosse, l’offerta è stata poi estesa a tutta Italia e chiunque può usufruirne. Si tratta in sostanza di servizi di natura digitale, messi a disposizione da associazioni e imprese, per semplificare il lavoro durante il periodo di permanenza a casa, facilitare il proseguimento dell’attività didattica e offrire occasioni di intrattenimento e svago.

L’elenco dei servizi disponibili è in costante aggiornamento sulla pagina, con l’aumentare delle proposte da parte di enti e servizi. Finora si possono individuare quattro grosse categorie. 

Connettività: una connessione internet efficace e una quantità sufficiente di giga e minuti di chiamate in questo momento diventano fondamentali. Le maggiori compagnie telefoniche mettono a disposizione pacchetti di dati extra, specialmente per i business. A questi si aggiungono servizi a supporto dello smart working: dalle piattaforme per le videoconferenze agli spazi cloud, fino a necessità più specifiche, come il monitoraggio delle spedizioni, dello stato di avanzamento dei cantieri e delle colture agricole. Non mancano assistenza informatica da remoto e servizi di consulenza per settori specifici.

Smart working: all’improvviso la maggior parte della popolazione italiana si è ritrovata ad adottare il lavoro da casa. Le aziende non ancora organizzate per gestire la modalità da remoto, posso trovare qui degli strumenti utili per agevolare la transizioni dei propri dipendenti. Aule virtuali, app per lavorare in team o tenere traccia del lavoro, licenze gratuite di piattaforme open source e di condivisione: qualche strumento per dotarsi dell’infrastruttura necessaria al telelavoro.

E-learning: c’è una grande presenza di piattaforme dedicate all’insegnamento. Dall’apprendimento delle lingue straniere ai corsi professionalizzanti (dai reportage all’e-commerce, dalla matematica alla comunicazione sui social), l’offerta è abbastanza ampia da intercettare gli interessi e i bisogni di fasce della popolazione diverse. Non mancano poi gli strumenti a supporto dello studio, come i dizionari online, la preparazione per i test d’ammissione all’università e gli strumenti a supporto dei docenti.

Informazione e svago: diverse soluzioni per restare aggiornati sull’attualità o per distrarsi un po’. Si trovano abbonamenti a riviste generaliste e di settore in formato digitale, accesso a banche dati e archivi, abbattimento dei pay wall di alcuni quotidiani e alcune piattaforme di video streaming.

L’iniziativa di solidarietà è una preziosa forma di collaborazione per affrontare questi giorni difficili. L’invito a partecipare, per donare o usufruire dei servizi, è aperto a tutti.

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

Viaggiare nel tempo

Grazie all'intelligenza artificiale e alle tecniche di editing, un fotografo ha restaurato dei filmati d'epoca…

Breve storia della rivoluzione Netflix

Netflix è la piattaforma streaming con il più grande numero di iscritti al mondo e ha rivoluzionato il mondo…