Come ridurre lo stress lavorando da casa

Come ridurre lo stress lavorando da casa

Prima di tutto, è importante sforzarsi di mantenere gli stessi orari. È vero che le distanze per arrivare in ufficio sono azzerate, e quindi la sveglia può essere rimandata qualche volta di più, ma cercare di tenere gli stessi ritmi aiuta a ricreare una routine. Vestitevi: se non proprio con la formalità dei giorni in ufficio, almeno indossando qualcosa di diverso da una tuta. Allo stesso modo, è importante replicare altre abitudini consolidate: se normalmente iniziate la giornata facendo una lista delle cose da fare, organizzatevi così anche da casa. La vostra routine subirà inevitabilmente dei cambiamenti, ma cercate di ridurli al minimo.

È necessario anche fissare dei limiti, di spazio e di tempo. Scegliete un luogo della casa da adibire a ufficio: non deve essere per forza una stanza dedicata (non tutti possono permettersela). Ma una scrivania o il tavolo della cucina possono bastare, un angolo per voi dove ridurre al minimo le distrazioni. Questo è particolarmente importante per chi non vive da solo, ma condivide la casa con coinquilini, partner, figli. Ognuno deve avere il proprio spazio, dove potersi concentrare.

È altrettanto importante stabilire delle pause. All’inizio potrebbe essere difficile, quindi consideratele alla stregua di una riunione: fissate sul vostro calendario un momento per sgranchirvi le gambe, fare un po’ di stretching o prendervi un caffè. I primi tempi potrebbe essere complicato anche capire quando decretare la fine della giornata lavorativa. Spesso il tragitto tra la casa e l’ufficio segna mentalmente una distinzione tra le due sfere. Cercate, per quanto possibile, di replicarlo: anche chiudere il computer, riporre il materiale lavorativo e spostarsi sul divano può bastare.

Infine, non dimenticate di mantenere la socialità. Anche gli amanti della solitudine possono sentirsi isolati in questa situazione, quindi cercate proattivamente il contatto con gli altri. Tra email, chat, messaggi e chiamate gli strumenti non mancano, ma guardarsi in faccia è meglio. Spesso, per sentirsi più vicini, basta anche una videochiamata.

 

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

Smart working, le tecnologie per comunicare al meglio

Per lavorare in modo efficace da casa, la comunicazione con i colleghi è essenziale Molte realtà sono già…

#solidarietàdigitale

Fin dai primi giorni dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, il Ministero per l’Innovazione…