Viaggi

L’evoluzione dei veicoli autonomi, da semplici auto a mini hotel

20 novembre, 2018

4ottobre_500X329

Come cambierà la mobilità quando i veicoli autonomi saranno sempre più diffusi? Sono tanti i progettisti che si sono fatti questa domanda, e molti hanno provato a cambiare il punto di vista su questi veicoli del futuro ideando qualcosa di completamente diverso dalle semplici (se così possiamo definirle!) “automobili che si guidano da sole”.

Uno dei settori che i designer hanno esplorato, per esempio, è quello dei viaggi.

Volvo, per esempio, ha pensato di rivoluzionare il settore progettando dei veicoli dotati di un letto – pensati per un solo passeggero – o di un tavolo da riunioni – per più utenti – perfetti per affrontare lunghi tragitti. Meno stressante di un volo aereo e più confortevole.

Su questa scia troviamo anche il progetto dello studio Aprilli, che ha immaginato un veicolo autonomo come una via di mezzo tra un’auto a noleggio e una stanza d’albergo, dotata di letto, bagno e mini cucina e in grado di prendere in aeroporto i passeggeri e portarli in hotel. Lì, l’auto-suite si aggancia a una stanza vera e propria: una vera rivoluzione futuristica per chi è costretto a viaggiare spesso rinunciando al comfort quotidiano.

A completare il quadro c’è anche Spaces on Wheels (“spazi su ruote”), un progetto di Space10, il laboratorio di IKEA che ha il suo focus proprio su innovazioni che sembrano provenire dal futuro.

Spaces on Wheels vede i veicoli autonomi come una vera e propria rivoluzione per la mobilità e per i cittadini che viaggiano o si spostano spesso in città: ogni veicolo ha una funzione diversa, dal bar all’ambulatorio medico, dall’orto su ruote al mini hotel. La possibilità di rendere spazi come questi dei veicoli autonomi, secondo i progettisti, potrebbe aiutare i cittadini su diversi livelli: si potrà sfruttare il tempo perso nel traffico per prendere un caffè con un amico; chi non vive vicino a un ambulatorio medico risolverà il problema facendo avvicinare l’ambulatorio su ruote alla propria abitazione; chi non sa dove acquistare insalata fresca dovrà solo richiedere all’orto su ruote di fare un salto sotto casa.

Insomma, il futuro dei veicoli autonomi è interessante e ricco di potenzialità: non vediamo l’ora che arrivi.

Condividi