Tempo libero

Al bando le cannucce: ecco la soluzione eco-friendly

11 ottobre, 2018

3settembre_500X329

Un mondo senza plastica comincia dalle piccole cose: anche quelle che sembrano più insignificanti e di poco conto, come le cannucce per bere drink e bibite, contro cui – in questi mesi – si sta combattendo una dura battaglia. Estremamente inquinanti, per molti sono un “vizio” superfluo di cui potremmo fare a meno.

Eliminare un’abitudine come quella di bere dalla cannuccia non è facile. Per molte persone, a causa di problemi di salute, smettere di usarle non è nemmeno un’opzione. Ma la soluzione per inquinare di meno e scegliere qualcosa di più eco-friendly esiste: avete mai sentito parlare delle cannucce commestibili?

Alcune aziende stanno cavalcando questo trend per creare prodotti aromatizzati e invogliare i consumatori a compiere questa scelta ecologica. L’esempio più di successo sembra quello di Diageo, un’azienda leader nel settore delle bevande alcoliche, che ha lanciato delle cannucce commestibili aromatizzate da abbinare ai propri drink in lattina.

Lime, limone, fragola e perfino cioccolato sono alcuni gusti di queste innovative cannucce prodotte per Diageo dall’azienda spagnola Sorbos, che alla plastica ha detto addio proprio in un’ottica di impatto ambientale.

Un’innovazione cui ha preso parte anche Loliware, un’azienda famosa per aver lanciato sul mercato la prima tazza usa e getta commestibile. Sulla scia di questo successo, Loliware ha lanciato anche le cannucce che possono essere mangiate: la loro consistenza è simile a quella della plastica, ma sono fatte con alghe e aromi naturali. Sono disponibili anche senza alcun sapore aggiunto (come le vere cannucce) e resistono fino a 40 minuti dentro un drink o un frullato.

Sembra che non sentiremo a lungo la mancanza delle cannucce di plastica, vero?

Condividi