Tempo libero

La spesa in modo smart con un semplice sms: negli USA arriva Jetblack

10 settembre, 2018

articolo2_500X329

Pratico, veloce e comodo: fare shopping online, anche quando si tratta di prodotti per la casa o per la dispensa, è un’abitudine sempre più diffusa.

A renderla anche semplice e immediata sono app che con un click permettono di ordinare ciò che serve, o servizi come i dash button di Amazon  dei veri e propri bottoni da premere per inviare l’ordine di detersivi, pannolini o qualsiasi cosa manchi in casa.

In America (per la precisione a New York) da un po’ di tempo la catena di negozi Walmart sta testando un servizio pensato soprattutto per le mamme sempre di corsa: qualcosa di decisamente più sofisticato rispetto a un’app con un catalogo da sfogliare. Si tratta di Jetblack, un personal shopper virtuale con cui comunicare attraverso messaggi di testo.

Proprio così: nessun elenco di prodotti, nessun carrello da riempire. Con Jetblack basta scrivere un messaggino per ordinare (e ricevere nel giro di 48 ore) ciò che manca in casa, esattamente come faremmo con un familiare diretto al supermercato. Ma non solo: questo innovativo servizio è un vero e proprio assistente allo shopping in grado di risolvere piccole incombenze quotidiane come trovare il regalo perfetto per il compleanno di un bambino, selezionare i migliori passeggini per un nuovo arrivato, consigliare prodotti di bellezza o per la casa. O ancora, trovare per noi un oggetto che ci piace e che abbiamo fotografato: inviando la foto, Jetblack saprà riconoscerlo e ordinarlo per noi, se vogliamo.

Con un solo messaggio poi si può far avere a un amico un regalo perfettamente impacchettato, con tanto di bigliettino scritto a mano. E se i prodotti scelti non vanno bene, si può sempre fare il reso gratuito (naturalmente a domicilio).

Al momento il servizio, in sperimentazione in alcune zone di Manhattan e Brooklyn e rivolto soprattutto alle mamme, ha un costo di 50 dollari al mese che comprendono spedizioni e i resi illimitati. Riuscirà questa commistione di intelligenza artificiale ed esperti del settore shopping a fare breccia nei cuori dei consumatori?

Condividi