Salute

La Skincare su misura grazie al DNA

3 settembre, 2018

agosto3_500X329

Creme antirughe, sieri idratanti, gel contorno occhi: la cura della pelle è un argomento che appassiona milioni di consumatori.

L’ultima tendenza in fatto di skincare è quella di acquistare prodotti fatti su misura, tarati sulle proprie esigenze: non è un mistero, infatti, che ogni pelle è quasi un caso a sé, e che spesso con i prodotti presenti nella grande distribuzione il consumatore medio non trovi la sua soluzione ideale.

E se esistono marchi che permettono di creare la propria crema (scegliendo gli ingredienti e le profumazioni), ci sono aziende che già hanno fatto il passo successivo, proponendo prodotti per la cura della pelle realizzati in base alle analisi del DNA.

Leader di questo cambiamento è SkinGenie, che ha lanciato Kode, un brand di bellezza (ancora non presente sul mercato) che promette di offrire una cura della pelle completamente personalizzata. Una soluzione diversa rispetto ai competitor già attivi: mentre aziende come GeneU, infatti, fanno un’analisi del DNA e in base ai risultati propongono ai clienti i prodotti della propria gamma, Kode promette una personalizzazione completa, da zero.

Le analisi di SkinGenie, infatti, mirano a scoprire quali sono i fattori di rischio maggiori per ogni tipo di pelle e di quali elementi avrà effettivamente bisogno nei prodotti di skincare. Non senza un po’ di scetticismo da parte dei dermatologi, che non vedono un’effettiva connessione tra i marcatori biologici del DNA e gli ingredienti di una crema.

Ma la mania per la skincare è destinata ad aumentare, e così i brand che propongono questo genere di servizi: sembra che gli utenti, piuttosto che cercare i trattamenti adatti tra milioni di proposte, preferiscano decisamente quelli fatti su misura.

Condividi