Tempo libero

Godersi la bella stagione? Più facile se rimetti in forma anche i tuoi gadget

7 maggio, 2018
Contributor: 2cc6b45Alice Pace

Editoriale_500x329.001

Week end fuori porta, giornate al mare per godere del primo sole, gitarelle domenicali a caccia di bellezze naturali e relax: complice lo sbocciare della bella stagione, gli strumenti per respirare un po’ di aria pulita e godersi un po’ di svago sono dietro l’angolo. Nonostante tutto, a volte basta un attimo per farci perdere comunque la pazienza: schermate del laptop che si inchiodano, magari proprio una manciata di minuti prima di lasciare l’ufficio; un backup non andato correttamente in porta; l’avviso Spazio memoria insufficiente proprio quando stai per scattare la foto del secolo. Insomma, quando un device ti tradisce, non è mai un bel momento.

E siccome la primavera è un’ottima occasione per le pulizie di casa,  perché non cogliere la palla al balzo e levarsi anche il pensiero di fare un po’ di manutenzione anche a smartphone, tablet e computer? D’altronde a volte, per staccare davvero la spina, togliersi il peso o l’ansia di alcune mansioni (lo ammettiamo, spesso noiose) può rivelarsi un toccasana.

Ma da dove cominciare? Proviamo dal laptop, che potremo poi lasciare incustodito mentre si dedica a proteggere i nostri lavori e si disintossica dai fastidi che lo rallentano. Togliamoci subito l’ansia di perdere dati con un bel backup (su un HD esterno, oppure sul Cloud), e poi dedichiamoci a “togliere un po’ di polvere” dai software: ammettilo, da quanto tempo rimandi quel famoso aggiornamento che il computer continua a segnalare? Rimuoviamo poi la “ruggine” dal nostro stressatissimo browser eliminando i cookies, così come i dati di navigazione: non è difficile e ci sono applicazioni create apposta per gestire in automatico l’operazione. Disinstalliamo i programmi che non usiamo più. Sfoltiamo l’area download e, ormai che ci siamo, alleggeriamo il tutto controllando e svuotando il cestino.

Liberi da questo pensiero, impugniamo la situazione smartphone (o tablet) e proviamo a preservarci da rallentamenti, intoppi o memorie sature di documenti e file. Per prima cosa, facciamo un giro tra le app: quali utilizziamo davvero e quali sono lì solo a occupare spazio e a rendere più disordinato l’aspetto dello schermo? Quante finestre del browser abbiamo aperto per poi abbandonarle? E poi il tasto dolente: le centinaia di foto che abbiamo scattato e che 1) abbiamo sempre il timore di perdere e 2) intasano lo spazio di archiviazione, fino al punto di limitare la possibilità di realizzarne altre e girare video. Prima della partenza, meglio assicurarsi che siano al sicuro: su Cloud, dove per lo storage di piccoli volumi il servizio è gratuito (ed è comunque piuttosto accessibile anche per moli più consistenti di dati) oppure scaricandole nelle librerie del nostro laptop. Per i più virtuosi, esistono anche strumenti che evitano di farci trascinare nelle copie di backup le foto “doppie”, che potrebbero gravare non poco sul bilancio finale, e che consentono di salvare solo il file originale. Infine, per stare ancora più sereni, un rapido cambio alle password e un’occhiata alle impostazioni sulla privacy nei siti che utilizziamo più spesso.

Ora che abbiamo fatto un po’ di ordine nella vostra dimensione digitale, non vi sentite un po’ più in forma anche voi?

Condividi