Casa

Trento: arriva il feltro high tech di ultima generazione

22 marzo, 2018

Feltro_500x329

Il mondo dei tessuti è sempre più ricco: dopo aver conosciuto l’affascinante “seta” fatta con gli scarti delle arance e scoperto i vantaggi dei tessuti alternativi ed ecologici, la notizia di un nuovo tessuto isolante brevettato a Trento da un team di ricerca, non poteva che catturare la nostra attenzione.

È stato il team di ricerca del Laboratorio Vetro e Ceramici del Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Trento, guidato dal professor Gian Domenico Sorarù, ad aver messo a punto un tessuto dal grandissimo potere di isolamento termico, tra i più alti mai misurati finora.

Si tratta di un feltro hi-tech, duro come la ceramica e morbido come la lana, costituito da nanofibre di nitruro di silicio, un materiale ceramico già utilizzato in numerosi ambiti sia per la sua resistenza meccanica sia per la sua durezza.

Ma come si presenta questo innovativo tessuto? Il suo aspetto è flessibile e pieghevole, e questo fa sì che possa essere utilizzato in ambiti diversi: in campo edilizio può risultare un perfetto isolante, migliorando l’efficienza energetica delle case,  mentre nel più tradizionale settore tessile si rivela un materiale perfetto per creare abiti adatti a condizioni di freddo estremo.

Ma non è tutto: il team di ricerca che l’ha creato ha notato come – rispetto ad altri isolanti polimerici – questo super feltro sia ignifugo e resistente ad altissime temperature, due caratteristiche che lo rendono ancora più versatile e adatto a diversi impieghi, come l’isolamento termico ad alta temperatura, la filtrazione di liquidi e di gas caldi e l’assorbimento di onde elettromagnetiche.

Un feltro davvero speciale, unico nel suo genere e di certo a prova di temperature estreme.

Condividi