Tempo libero

Come avviare e coltivare un orto in casa

9 marzo, 2018

Orto_500x329

Chi ha detto che vivere in appartamento non sia compatibile con un orto fai da te? È sempre più facile infatti coltivare ortaggi (assolutamente biologici!) anche sul proprio terrazzo o sul balcone.

Lo sanno bene i ragazzi di Orto Capovolto, una cooperativa nata in Sicilia proprio per diffondere sempre di più la cultura del “verde commestibile”: qualsiasi area verde, infatti, può trasformarsi in un piccolo orto, dalle fioriere cittadine alle terrazze di casa, passando per balconi e aiuole. Questa giovane cooperativa aiuta chiunque lo desideri a creare uno spazio da coltivare, anche negli angusti spazi domestici: i vantaggi, raccontano i ragazzi, sono innumerevoli. Economici, sì, ma anche di benessere fisico e mentale: non si usano pesticidi, creando così prodotti 100% bio, e si impegna la mente in qualcosa di positivo, soddisfacente e rilassante.

Per cominciare col proprio orto casalingo si può partire dalle erbe aromatiche, un po’ più semplici e adatte a tutti: per coltivarle si può scegliere un orto verticale, magari prodotto con materiali riciclati, come quelli fatto a mano dalle detenute del progetto sociale Made In Carcere.

Per un orto perfetto, però, non può mancare un pizzico di tecnologia, come una buona app che aiuti a fare i primi passi nel mondo del bio fatto in casa, dando consigli su quanto e come innaffiare le singole varietà.
Pollice Verde – Orto, disponibile per dispositivi Android, è quello che fa per voi: oltre a fornire consigli su come gestire da zero un orto domestico, l’app permette di ricevere notifiche per non dimenticare di concimare o innaffiare le proprie coltivazioni. Un’alternativa per iOS? Tomappo, un calendario di semina a cui non mancano le previsioni meteo: un vero e proprio assistente per la buona riuscita del proprio orto.

Condividi