Casa

La rinascita del libro (non solo da sfogliare)

5 febbraio, 2018

Audiolibri_500x328

Il 2018 per i libri comincia con un dato confortante: l’anno appena passato ha registrato un’importante ripresa del mercato dell’editoria. L’Associazione Italiana Editori (AIE) parla di una crescita del +5,8% rispetto al 2016, un dato che coinvolge anche il mercato degli e-book e degli audiolibri.

Già, perché parlare di libri, ormai, significa riferirsi a nuove modalità di fruizione dei prodotti letterari: oltre alla carta e ai pratici e-book, il 2017 ha visto crescere proprio i libri “raccontati”, in versione audio.

Piacevole compagnia durante i tragitti quotidiani, specialmente in auto, gli audiolibri sono sempre più diffusi: il merito è di servizi e app che permettono di ascoltare in qualsiasi luogo i propri libri preferiti.

Il più famoso è Amazon Audible, che al prezzo di un abbonamento mensile (9,99€) dà l’accesso a tutti i suoi libri in catalogo: dai classici della letteratura ai best seller più recenti, fino ai corsi di lingua. Diverso, invece, il funzionamento del servizio GooglePlay, che permette di acquistare il singolo libro (a prezzi leggermente meno vantaggiosi, circa 8 euro a titolo).

Un altro modo per fruire dei libri senza doverli sfogliare è ascoltare i Podcast a tema letterario: si tratta di programmi radio ascoltabili in differita (online o tramite app come Podcast Addict per Android e Podcast per iOS). Quelli che riguardano la letteratura sono molto diffusi: oltre a dibattiti e recensioni è possibile ascoltare libri e racconti, come le Novelle di Pirandello.

Una soluzione pensata per chi non ha tempo ma vuole comunque conoscere il contenuto di alcuni titoli – soprattutto i saggi – sono siti come Blinkist e Joosr: dei “Bignami” 2.0 che promettono di far leggere in un quarto d’ora libri da oltre 200 pagine. Questi siti forniscono riassunti dei titoli in catalogo e offrono anche la versione audio, per chi vuole ammortizzare ancora di più il proprio tempo ma rimanere informato.

Condividi