Tempo libero

Nostalgia Marketing: riscopriamo gli oggetti del nostro passato

19 gennaio, 2018

Nostalgia MKT_500x329

Quello che fino a poco tempo fa era etichettato come “trash” o semplicemente “vecchio”, sta scoprendo una seconda vita. Merito dei ricordi del proprio passato, un rifugio sicuro per una generazione – quella dei Millennials (i nati tra i primi anni Ottanta e i primi anni Duemila) – con poche certezze e tanta nostalgia. Tra le varie cose che stanno ritornando in auge troviamo cibi, oggetti, vestiti: tutto, purché ci ricordi del nostro recente passato. Ecco alcuni esempi.

Il vinile

Il vinile è l’esempio più lampante di questa tendenza: in un’epoca in cui è possibile contenere tutta la musica possibile in un semplice smartphone, ecco riaffiorare un oggetto con cui fruire la musica in modo radicalmente diverso, analogico.

Il gelato anni Novanta

Se il passato è tornato a farci visita, è merito anche di un tipo di marketing specializzato proprio nella nostalgia, in grado di vendere prodotti facendo leva sui ricordi delle persone.

Ne è un esempio il ritorno del gelato Winner Taco della Algida, molto popolare negli anni Novanta e poi scomparso per qualche tempo: oggi si trova di nuovo in commercio, lanciato attraverso una grande campagna di comunicazione.

Il videogioco

Sembra proprio un reperto dei primi anni Novanta la console NES di Nintendo: il suo design è volutamente rétro, ma anche i giochi che contiene appartengono all’infanzia o alla giovinezza dei Millennials.

Il makeup

L’azienda statunitense Lime Crime ha creato delle palette di ombretti dal design che ricorda chiaramente dei giocattoli molto popolari negli anni Novanta, i Polly Pocket: una mossa di nostalgia marketing vincente.

Condividi