Tempo libero

Cibi nuovi e cibi riscoperti

15 gennaio, 2018

Cibi Nuovi_500x329

Uno dei trend che riguarderà il settore food in questo 2018, sembra essere la riscoperta di cibi e ingredienti dimenticati: varietà di ortaggi e di coltivazioni che un tempo erano molto diffusi, oggi si ritrovano a essere particolarità di un mondo antico che si ha voglia di preservare.

Prendiamo la pastinaca, per esempio: questo tubero bianco molto simile alla carota, ma più profumata e più dolce, era un ingrediente comune in Italia, consumato dagli antichi Romani e scomparso in tempi più recenti per fare spazio alla più popolare patata. Il trend vuole un ritorno di ortaggi dimenticati come la pastinaca, che tra l’altro all’estero (in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, soprattutto) gode di una immutata fortuna.

Salvare ingredienti antichi significa anche preservare la propria storia. Per questo la tendenza del settore alimentare è quella di riscoprire anche grani dimenticati per ritornare a produrre cibi in grado di esaltare la propria tradizione e le eccellenze locali. È il caso del grano Maiorca, una antica varietà di grano tenero coltivata al sud Italia, nelle zone più aride e isolate, che viene utilizzato in Sicilia per la preparazione di dolci tipici.

Tuttavia questo settore non vive solo del proprio passato. Una novità del 2018 per le tavole europee è il via libera a ingredienti insoliti come alghe, spirulina e perfino insetti. Il regolamento dell’Unione Europea sul Novel Food, infatti, è entrato in vigore il primo gennaio del nuovo anno, aprendo le porte a cibi innovativi che fino al 1997 non erano consumati in modo significativo all’interno dell’UE, ma che ora – con le dovute autorizzazioni – potranno essere commercializzati.

Condividi