Tempo libero

I 5 avvenimenti tecnologici del 2017

21 dicembre, 2017

 Avvenimenti tecnologici

Il 2017 ci ha portato tante novità dal mondo della tecnologia: ecco quelle che hanno segnato di più questo ultimo anno e che di certo continueranno ad evolversi nel 2018

L’intelligenza artificiale: sempre più presente

Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, in tutte le sue declinazioni, è quello che ha caratterizzato maggiormente il lato tecnologico del 2017. Dalle auto che si guidano da sole ai bot in grado di sostenere conversazioni virtuali online, dagli assistenti virtuali ai traduttori automatici, l’impiego dell’intelligenza artificiale è sempre più diffuso e si prepara ad ulteriori sviluppi.

Le “stories”

Un’idea, quella di Snapchat, ripresa da Instagram e rilanciata anche su Facebook e Whatsapp: i piccoli video live che rimangono online solo per 24 ore sono un canale di comunicazione online sempre più sfruttato da aziende, influencer e organismi di informazione. Permettono di condividere post in modo informale e coinvolgente, e hanno letteralmente cambiato il volto dei social media durante tutto il corso di questo anno.

La Nintendo Switch

L’ultima console in casa Nintendo è stata una delle novità più attese dagli appassionati di videogame e non ha deluso le aspettative. Si tratta di un device a metà tra una console portatile e una classica, che permette ai giocatori di interagire fisicamente col videogioco o di utilizzarlo nella maniera più canonica, collegandola alla tv. È stata inserita dal Time tra le 25 migliori invenzioni del 2017.

Il riconoscimento facciale targato Apple

Il “face ID” non è una novità, ma per la prima volta quest’anno è entrato a far parte dell’universo Apple. Nel caso dell’iPhone X, in particolare, ha sostituito il riconoscimento con l’impronta digitale, e questo ha portato all’adattamento dei sistemi Apple Pay, che ora vengono autorizzati anche tramite questo tipo di verifica. Un altro passo avanti dell’intelligenza artificiale.

Oculus Go: la realtà virtuale sempre più accessibile

I visori per la realtà virtuale sono una novità degli ultimi anni, ma solo ora stanno cominciando a diventare alla portata di tutti. Proprio a ottobre 2017 Mark Zuckerberg ha presentato Oculus Go, un visore “stand alone” – che funziona cioè senza l’ausilio di costosi computer – caratterizzato, tra le altre cose, da un prezzo accessibile. Una piccola rivoluzione per un settore che aspettava ancora la sua occasione per sbocciare.

Condividi