Casa

Rivoluzioni (domestiche) d’autunno

15 novembre, 2017
Contributor: 2cc6b45Alice Pace

17:07: secondo il mio smartphone è l’ora esatta in cui oggi, uno dei primi giorni di novembre, tramonterà il Sole. Complici forse le numerose giornate di bel tempo delle ultime settimane, non ce ne siamo neanche accorti, eppure la stagione “fredda”, quella dalle giornate sempre più brevi, è bella che avviata da un po’! Quest’anno, lo ammetto, cogliendomi per prima del tutto impreparata al cambiamento. Soprattutto sul versante “casa”.

A partire dal fatidico cambio del guardaroba, ancora a metà strada (forse meno), ma che necessariamente dovrò fare al più presto. E che, ho deciso, farò con un certo rigore: servendomi cioè di un’app specifica, che mi aiuterà a catalogare uno a uno (e poi abbinare) vestiti e accessori, così da poter programmare il mio look dell’indomani anche mentre sono in treno o già a letto a sprofondare nel sonno. E che, spero, mi chiarirà anche le idee su quali capi tenere e quali, invece, cedere (perché no, magari attraverso un’applicazione svuota-armadio in stile Depop).

Altro tasto dolente: il riscaldamento della mia abitazione. Da persona freddolosa quale sono, e lavorando spesso da casa, ho sempre il timore di esagerare con la temperatura e di pesare troppo sul Pianeta (nonché sulle mie finanze). Ormai è decisamente tardi per pensare a degli interventi pratici, ma ho stabilito che sfrutterò questi mesi per capire meglio quali sono le mie reali esigenze e, soprattutto, studiare nel dettaglio cosa offre il mercato su questo fronte. Dagli impianti più ecologici ai sistemi per la domotica, sono sicura che pur essendo una vera principiante arriverò al prossimo inverno con la soluzione più adatta a me.

Ultimo punto sulla to-do list (perlomeno riguardo alla casa): costruirmi da zero un nuovo spazio di lavoro tra le mura domestiche. Durante la stagione estiva, lo ammetto, ho lavorato un po’ ovunque, anche dal divano o dal tavolino della veranda, senza soffrire più di tanto dell’assenza di un angolo che conciliasse la concentrazione. Ma ora, sarà proprio perché le ore di luce si stanno contraendo, è più forte l’esigenza di un luogo che mi aiuti a resistere il più possibile davanti al monitor o sui miei mille appunti. E vorrei per una buona volta seguire i consigli di chi di spazi di lavoro se ne intende: trovare una soluzione che sia ottimale per le luci, in modo da affaticare il meno possibile la vista, ma anche corretta per la mia postura, perché (come la maggior parte delle persone) non me ne sono mai preoccupata più di tanto. Non so ovviamente se ne guadagnerò in produttività, ma potrebbe trattarsi di un ottimo investimento sulla salute.

Che dite, c’è abbastanza carne al fuoco per questo mese di novembre? Se anche voi siete alle prese con alcune “rivoluzioni domestiche” per affrontare meglio il periodo invernale, tenetevi pronti perché fioccheranno consigli per tutti i gusti anche qui: stay tuned!

Condividi