Salute

Salute: le bufale on line

3 ottobre, 2017

Online

Fare attenzione quando si cercano informazioni online è sempre importante, ma quando c’è di mezzo la salute bisogna essere ancora più cauti. Sono tante, forse troppe, le bufale che circolano in rete riguardo possibili cure alternative, teorie non validate da alcuno studio scientifico e consigli apparentemente innocui che possono rivelarsi pericolosi. E purtroppo, quando si fa una semplice ricerca online, i primi risultati non sono spesso quelli più affidabili.

L’ambito che forse è stato più bersagliato dalle notizie false è quello dei vaccini: tante bugie diffuse in rete, che in Italia hanno avuto, come tragica conseguenza, un calo della copertura vaccinale e la conseguente epidemia di morbillo. Eppure i vaccini sono farmaci sicuri: non ci sono studi validi che provino una correlazione con l’autismo.

Quando si parla di terapie, poi, è necessario fidarsi esclusivamente del proprio medico: online si trovano tante cure “alternative” che promettono di guarire malattie come il cancro con semplici rimedi casalinghi come il bicarbonato o i clisteri di caffè, ma non c’è alcuna prova che siano efficaci, anzi. Non importa quanti siti riportino questa notizia: fidarsi delle terapie prescritte è sempre la via più sicura da seguire.

Da evitare accuratamente anche quei consigli dispensati con assoluta leggerezza da riviste e siti di “lifestyle nel mirino di medici per i rimedi privi di fondamento scientifico consigliati nei suoi articoli. Dalle diete “detox” troppo restrittive – come quelle gluten free anche per chi non ha problemi con il glutine. È importante non fidarsi del primo articolo trovato in rete e consultare sempre il proprio medico, anche quando si parla di alimentazione. Perfino una “semplice” dieta può portare a pericolose conseguenze: meglio non rischiare.

Condividi