Casa

Giardino aromatico sul balcone di casa

28 giugno, 2017

giardino aromatico

Siete in vacanza e all’improvviso vi avvolge una ventata profumata di basilico, timo e rosmarino. È una bella sensazione, che possiamo replicare tutte le volte che vogliamo anche a casa nostra. Basta regalarsi un piccolo giardino aromatico: non solo profumerà la vostra casa ma vi sarà molto utile per fronteggiare insetti molesti e concedervi trattamenti da spa restando comodamente a casa.

Rosmarino

Perfetto per chi non ha il pollice verde: è una pianta molto resistente e che chiede pochissima acqua. Terrà lontane le zanzare e, oltre a insaporire i vostri arrosti, può essere usato per la creazione di un tonico casalingo astringente e purificante: sarà sufficiente bollirne un rametto in acqua per circa 15 minuti e mettere il tutto in una bottiglia.

Prezzemolo

Oltre a essere un concentrato di vitamine e sali minerali, aiuta a ridurre la stanchezza e l’anemia, non proprio simpaticissime d’estate. Potete anche usarlo per alleviare il bruciore delle punture d’insetti, sfregando un paio di foglie sulla zona irritata.

Menta

Ne esistono tantissime varianti, alcune anche molto esotiche come la menta ananas. Grazie al suo profumo intenso, sfregata sulla pelle la menta diventa un ottimo antizanzare. Grande protagonista della cucina estiva, basta mangiarne qualche fogliolina per regalarsi piacevole sensazione di freschezza.

Origano

Adatto alla coltivazione in vaso, oltre ad utilizzarlo secco in cucina è anche un ottimo rimedio naturale contro le formiche, che non sopportano il suo profumo. Amico anche della bellezza, è un potente rassodante. L’olio di origano è, inoltre, un ottimo anticellulite.

Citronella

La pianta antizanzare per eccellenza: assomiglia a un bel cespuglio di erba rigogliosa, e ama stare al sole o al massimo in mezz’ombra. Oltre a tenere lontane le zanzare potete usarne le foglie per insaporire i vostri cocktail.

Ora che avete il vostro nuovo orto aromatico, chi se ne prenderà cura? Mentre voi non ci siete, o siete occupati a fare altro, potete contare su diverse app: Grovio, ancora in fase di sviluppo, promette di essere in grado di decidere in autonomia in base a temperatura e livello di umidità quanta acqua dare alla vostra pianta. Già in commercio invece è Parrot Pot, un vaso connesso dotato di sensori che regola in autonomia la quantità di acqua necessaria alla pianta, comprendendo le sue esigenze nel breve e lungo periodo.

Condividi