Tempo libero

Muoversi senza auto: le ultime novità sui mezzi alternativi

21 giugno, 2017
Contributor: fjonaFjona Cakalli

 

bici500

 

Recentemente sono stata a Los Angeles, una città la cui estensione intimorirebbe anche i viaggiatori più navigati. Le sue autostrade e arterie sempre intasate dal traffico e i pochissimi mezzi pubblici a disposizione non ne fanno certo un esempio virtuoso di mobilità.

Poi ripenso al recente viaggio a Tokyo: una delle città più popolose al mondo in cui non serve possedere un’auto in quanto i mezzi pubblici – ha più di 25 linee metropolitane – funzionano in modo impeccabile.

Tutto questo per dire “posto che vai, mobilità che trovi”. Si passa infatti da un estremo all’altro. Non fraintendetemi, amo le auto e amo guidare, ma non mi piace essere imbottigliata nel traffico. E in Italia come siamo messi?

La nostra fortuna è quella di non avere città estremamente grandi. Questo favorisce l’utilizzo di mezzi alternativi che non siano auto con motore termico che inquinano e congestionano le nostre belle città.

Negli ultimi anni le case automobilistiche si stanno spingendo verso una mobilità più sostenibile in grado di renderci la vita più facile. Nascono così auto con alimentazione ibrida (benzina + elettrico) oppure full electric.

E poi ci sono le biciclette elettriche. Sfatiamo però un mito: le e-bike non sono dei motorini, bisogna pedalare e fare fatica. Sembrano bici tradizionali ma hanno una piccola scatolina che nasconde la batteria. La mia preferita è Askoll EB3: quando si attiva il livello di assistenza della bici è come avere una piccola spinta, si pedala più facilmente e si aumenta la velocità (entro i 25 km/h).

Le bici elettriche sono ideali per percorrere brevi distanze liberandosi totalmente dell’auto e facendo un po’ di esercizio fisico che non guasta mai. Una volta sono impazzita e ho deciso di attraversare tutta Milano fino ad arrivare a casa in Brianza. Tempo di percorrenza 2 ore (circa 25 km). Ma poco male, è stata un’esperienza incredibilmente appagante.

L’evoluzione della bici elettrica è il motorino elettrico. Il mio preferito per design e prestazioni e si chiama Niu. Il progetto ha trovato i fondi grazie al crowdfunding, diventando la campagna di prevendita più di successo in Cina. L’avanzata batteria di Niu percorre fino a 120 km con una sola ricarica al costo di circa 1 euro.

I vantaggi di uno scooter elettrico? Tanti: non si usa più la benzina, si ricarica la batteria una volta ogni 2 giorni, non inquina, è silenzioso, non ha bisogno di manutenzione, non si paga il bollo per 5 anni e l’assicurazione è dimezzata a parità di categoria.

Oltre a bici e scooter elettrici, esistono altri piccoli mezzi smart sempre ad alimentazione elettrica. Sto parlando di overboard o segway. Quello che più mi ha colpita per versatilità, sicurezza e facilità di utilizzo si chiama Ninebot Mini Pro. Si tratta di una piccola pedana autobilanciata, dotata di due ruote e una specie di timone direzionale che si aziona con la parte interna delle ginocchia. Grazie a un algoritmo che si basa sul machine learning, questo piccolo mezzo si calibra in base all’utilizzo che ne farete. In modo totalmente automatico analizza e regola i parametri di controllo del veicolo in virtù di molteplici sensori relativi a peso corporeo, movimenti, velocità, temperatura e carica elettrica. Viaggia fino a 30 km/h su asfalto bagnato e ghiaia. Insomma un nuovo modo per muoversi agilmente, stando all’aria aperta e risparmiando un po’ di denaro.

Attenzione però. Secondo la normativa vigente, overboard e segway – ad oggi – non possono circolare sulle nostre strade, marciapiedi compresi. In particolare l’articolo 190 del codice della strada stabilisce il divieto di circolazione sulle strade mediante tavole, pattini o altri acceleratori di andatura. Per “strade” ovviamente si intende anche piste ciclabili. L’unico luogo in cui possono essere usati sono gli “spazi privati”.

Speriamo che in un prossimo futuro il divieto possa essere eliminato in modo da poter favorire una mobilità più sostenibile e, perché no, dinamica e divertente. E voi avete un veicolo elettrico? Fateci sapere quale.

Condividi