Salute

Tecnologie applicate al sonno

19 ottobre, 2015

Secondo i dati pubblicati in occasione del World Sleep Day (un evento che vuole sensibilizzare le persone sull’importanza del riposo), ben 12 milioni di italiani hanno un deficit di sonno. Sebbene gli esperti raccomandino a un adulto di fare almeno 8 ore di riposo, spesso non si arriva alle 6.
Non dormire abbastanza rende più difficile restare concentrati, abbassa la produttività e provoca altri effetti sull’umore e sulla salute psicofisica, che alla lunga possono portare a disturbi più gravi. In soccorso arriva la tecnologia. Oggi, diversi supporti di facile fruizione come smartphone, smartwatch, braccialetti, lampade e sveglie diventano strumenti in grado di monitorare e agevolare la qualità del nostro riposo.

tecnologie per il sonno: dagli smartwatch alle app

Tecnologie che monitorano il sonno

Tra applicazioni mobile, smartwatch e apparecchi per la camera da letto, ci sono diverse soluzioni in grado di agevolare la qualità del nostro sonno.

  • Chi cerca il ciclo di riposo perfetto, può trovare nell’app Sleep Cycle un valido supporto. Se invece vuole un’applicazione che imposti la sveglia ideale, può rivolgersi a Smart Alarm Clock o Sleep per Android.
  • Chi ha problemi ad addormentarsi può scegliere tra molte app che suggeriscono musica e illuminazione adatte a conciliare il sonno, come ad esempio Relax and Sleep, Sleep Genius o Relax Melodies.

Tecnologie che migliorano il riposo

Anche gli oggetti della casa diventano alleati importanti per riposare al meglio:

  • Uno di questi è Sense, una clip da applicare al cuscino che, grazie a una sfera colorata, consente di individuare particelle nocive, umidità e temperatura in camera da letto.
  • Oppure c’è Withings Aura, composta da due dispositivi: un sensore che, riposto sotto il materasso, rileva il nostro movimento, ritmo cardiaco, respirazione, e una radiosveglia che diffonde suoni e luci rilassanti, utili per addormentarsi più velocemente.
  • ResMed S+ è un altro strumento che tiene d’occhio il livello d’illuminazione e i rumori notturni della stanza da letto.
  • Philips infine ha creato la Weak Up Light, una lampada che ricrea i colori dell’alba. La luce aumenta in modo graduale dai toni rossastri fino a un giallo acceso, 30 minuti prima che suoni la sveglia.

Condividi